(Foto: instagram)
L'attore di 'Va bene non essere ok' Oh Jung Se parla del suo ritratto di Moon Sang-Tae

'Va bene non stare bene' è uno dei K-dramma di maggior successo del 2020. I fan ipotizzano persino che potrebbero vincere tutti i premi per quest'anno. Non saresti d'accordo?

Gli attori principali e il duro lavoro del cast di supporto alla fine hanno dato i loro frutti poiché i fan di tutto il mondo sono rimasti affascinati dal dramma. Mentre lo spettacolo si avvicina alla fine, i fan vogliono ancora avere di più.Molte serie drammatiche che presentano problemi di salute mentale, ma 'Va bene non stare bene' è una delle poche che è stata in grado di sensibilizzare e trasmettere con successo la sua trama agli spettatori di tutto il mondo.

Al giorno d'oggi, molti sono già consapevoli dell'autismo, tuttavia alcune persone discriminano le persone con autismo. Il grande pubblico non ha ancora del tutto accettato che l'autismo non sia una malattia; piuttosto, il disturbo dello spettro autistico è una condizione che colpisce le abilità sociali e il comportamento di un bambino.



Oh Jung Se, che interpreta Moon Sang-Tae nel dramma, è il fratello maggiore di Moon Gang-tae (Kim Soo-hyun) e un adulto nato con Autism Spectrum Disorder o ASD. L'attore ha interpretato in modo fantastico l'autismo, che mette in luce le sfide di avere questa condizione.

Durante la conferenza stampa dello show con Netflix il mese scorso, Oh Jung Se ha risposto a come il suo personaggio ha influenzato la percezione del suo ruolo da parte del cast. Ha anche detto alla stampa che era molto cauto e ha studiato molto sul rappresentare Sang Tae. Si è sforzato di impersonare il personaggio, ma pensa ancora di dover lavorare di più su di esso.

(Foto: instagram)
L'attore di 'Va bene non essere ok' Oh Jung Se parla del suo ritratto di Moon Sang-Tae

Quando gli è stato chiesto all'inizio, ha detto che stava interpretando un personaggio affetto da autismo; ora, dice di aver usato male il termine perché, quando ha iniziato a rappresentare Sang Tae, si è reso conto che l'autismo non è una malattia. Invece, è qualcosa con cui alcune persone sono nate.

Sebbene abbia studiato intensamente il personaggio, ha ancora bisogno di saperne di più su Sang Tae. Ma per lui, l'aspetto più critico su cui deve lavorare mentre interpreta il ruolo di Sang Tae è l'innocenza, la purezza e la natura di buon cuore del personaggio. Sebbene abbia tratti e comportamenti specifici, Oh Jung Se è consapevole del fatto che Sang Tae trasuda fascino e innocenza.

Molti possono essere d'accordo con ciò che ha detto Oh Jung Se. Inoltre, il personaggio ha aiutato l'attore a rendersi conto che l'autismo non è una malattia, quindi tutti non dovrebbero scappare da loro. Con questo, i produttori sperano che le persone abbiano la stessa realizzazione di Oh Jung Se. Le persone dovrebbero imparare ad accettare che ci sono persone nate con disabilità mentali, e non farebbe male se le accettiamo ed estendiamo loro la nostra pazienza e comprensione.

Nel frattempo, alcuni personaggi famosi sono sostenitori della malattia mentale, poiché questo è stato ignorato da molti. Molte persone considerano ancora pazze le persone con malattie mentali. Attraverso questo dramma, potrebbero essere in grado di rendersi conto che le persone con disabilità mentali hanno bisogno di conforto più che di giudizio.

Guarda gli ultimi due episodi di 'It's Okay to Not Be Okay' l'8 e il 9 agosto alle 21:30 KST.